Quale futuro? Una società con i tempi al femminile eBook

Ilmeglio-delweb.it Quale futuro? Una società con i tempi al femminile Image
ISBN 9788893631280
AUTORE Anna Colaiacovo,Luigi Collevecchio
DATA 2019
NOME DEL FILE Quale futuro? Una società con i tempi al femminile.pdf
DIMENSIONE 6,86 MB
DESCRIZIONE

Leggi il libro di Quale futuro? Una società con i tempi al femminile direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Quale futuro? Una società con i tempi al femminile in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su ilmeglio-delweb.it.

Quale futuro? Una società con i tempi al femminile ...
QUALE FUTURO? - La Figc azzeri i costi di iscrizione Rendere gratuita la partecipazione ai campionati dilettantistici e giovanili della stagione 2020-2021 aiuterebbe le società medio-piccole, destinate inevitabilmente a trovarsi in debito d'ossigeno per le ricadute a livello economico prodotte dall'epidemia del Coronavirus
«Qual è l'essenza della donna? Per secoli, la storia occidentale e la tradizione filosofica (tutta al maschile) hanno identificato la donna con la capacità di generare e con la disposizione a prendersi cura dell'altro. Vincolata alla natura, funzionaria della specie, la donna è stata esclusa per un lungo periodo dall'ordine della cultura e dallo spazio della politica. Le è stata preclusa la possibilità di esprimere se stessa come "soggetto". Un "soggetto" che, posto al centro del pensiero occidentale in modo apparentemente neutro, è sempre stato declinato al maschile (androcentrismo) ed è diventato il modello attraverso cui misurare e giudicare il femminile. Un "soggetto" basato sulla razionalità, sul controllo delle passioni e sull'autosufficienza. Inevitabile, date le premesse, la considerazione del femminile come di una diversità difettosa, inadeguata e, per questo, bisognosa di protezione, di controllo e di guida. Altrettanto inevitabile l'assenza delle donne (a parte poche eccezioni) nella storia e nella cultura. Solo attraverso un processo di emancipazione durato secoli, le donne hanno preso pienamente coscienza della propria condizione storica e hanno rivendicato il diritto a esprimersi e ad agire come persone autonome in tutti gli ambiti, privati e pubblici. La lotta per la conquista di diritti e di pari opportunità (in campo politico, nella formazione scolastica, nell'accesso al lavoro e alla progressione di carriera), è stata condotta mettendo in evidenza gli aspetti di uguaglianza con gli uomini e ponendo in ombra le differenze. Era inevitabile, dal momento che proprio le differenze erano state la causa della secolare sottomissione femminile. Ma, differenza non significa inferiorità. Implica, invece, la necessità di ripensare l'essenza umana non più sulla base di una soggettività neutra (e in realtà modellata sul maschile), ma sulla base di due soggettività in rapporti di diversità/uguaglianza (...)» (dalla prefazione)
speranza nel futuro - alfemminile.com
La realtà migratoria al femminile di fatto non pone problemi al nostro sistema sociale, alla nostra società, al nostro sistema di welfare: ... il quale presuppone la vicinanza alla figura maschile. ... e legami con la generazione precedente, con la storia familiare coerentemente con una società in evoluzione, con la società del futuro.
LIBRI CORRELATI
Il libro del sano pensiero. I portatori di Presenza canalizzati da Paola Borgini. Con CD-Audio
Pomodoro. Ricette magnetiche
Il corvo
Amore e nostalgia a Bombay
Rinascita. Superman. Vol. 27
Sindaci e manager nel capitalismo municipale. Saggi sui vestiti nuovi dell'imperatore
Viaggio e paesaggio
I fabliaux. Testo francese a fronte
Morandi
La teologia. Introduzione
Iniuria cum damno. Antigiuridicità e colpevolezza nella storia del danno aquilano
Red or dead
Israele e l'Islam
La scuola multiculturale
Sessualità e genere. Si può scegliere?
La più bella... ovvero l'incanto del golfo
Storia di Comacchio nell'età contemporanea
La Prussia in viaggio. Dalle armi alle arti
Loney