Il corpo di Padre Pio continua a pompare sangue alla vita (VIDEO)

A differenza del corpo di Santa Veronica Giuliani, le cui ferite sono rimaste visibili sul suo corpo, 300 anni dopo.

È un grande mistero l’incapacità della scienza di spiegare. Tutti gli studi condotti intorno a lui hanno concluso che non vi è alcuna spiegazione scientifica o medica per ciò che sta accadendo … Molti di noi hanno visto questo fenomeno con i propri occhi o attraverso una foto presa da questa scena meravigliosa. Sono i corpi dei santi che non conoscono la morte.

La Chiesa è stata conosciuta nel corso della storia come santi i cui corpi sono rimasti in salute anche dopo lunghi anni di morte. Santa Veronica Giuliani, per esempio, il cui corpo non ha conosciuto decomposizione; porta ancora le ferite di Cristo anche se sono trascorsi centinaia di anni dalla sua morte. Cinquant’anni dopo la morte di San Pietro Battista, la visita medica mostrò che il corpo del santo italiano stava ancora sanguinando quando fu pugnalato con uno spillo o una ferita da coltello. Dal corpo del grande santo in Italia, dopo San Francesco d’Assisi, ci sono meravigliosi aromi di fiori e frutti vari.

Il corpo del santo italiano è stato esposto per 17 mesi nel 2008 e 2009 nella Chiesa di Nostra Signora di Attia a Santo Stefano, dove circa 5 milioni di pellegrini, tra cui Papa Benedetto XVI, hanno pregato e chiesto di pregare davanti al mausoleo. Il corpo di San Pio fu sepolto nel seminterrato sotto la struttura della chiesa di Umm al-Naam, dove i segni delle ferite di Cristo scomparvero sul suo corpo alla vigilia della sua morte.

Un chirurgo portato dal santo per mezzo secolo e l’incapacità dei migliori dottori di analizzare, trattare e sostituire qualsiasi cosa in esso. SanPio visse dal 1887 al 1968. Papa Giovanni Paolo II lo ha proclamato papa nel 1999 e santo nel 2002. Nato a Pietrlcina, ha prestato servizio dopo la sua ordinazione a San Giovanni Rotondo dal 1916 fino alla sua morte Corpo di San Padre Pio ancora conservato a San Giovanni Rotondo in Italia

Articolo tramite: la-parola-di-gesu.it

CONDIVIDI SE TI E' PIACIUTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright©