Bollette, l’Eurostat conferma: gli italiani pagano le bollette più care d’Europa nonostante i salari sono molto più bassi rispetto alla media

Gli italiani hanno sempre pensato che le bollette sono state sempre molto care rispetto agli altri stati europei e ora ne arriva la conferma ufficiale: dalle tasche degli italiani escono più soldi per pagare le imposte fisse rispetto agli altri stati dell’Unione Europea.

L’Eurostat, ha certificato ciò che era intuibile: gli italiani stanno subendo a proprie spese l’aumento dei costi di luce e gas.

L’ultimo rapporto di Eurostat, infatti, evidenzia che nel secondo semestre 2018 gli italiani pagano in media per ogni 100Kwh di energia elettrica 21,6 Euro, leggermente più alto della media europa (21,1).

Per quanto riguarda il gas, invece, per ogni 100 Kwh gli italiani pagano in media 9,5 Euro, le più care d’Europa dopo la Svezia (12,2).

A pesare notevolmente sul carico delle famiglie italiane ci sono le tasse: per il gas sono del 35%, superiore sia della media in UE (27%), sia dell’Eurozona (31%), mentre per la luce sono del 34% (media UE 37%, media Eurozona 39%).

Sulla vicenda è intervenuto l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, che sottolinea come nelle bollette molte voci non hanno niente a che fare con l’energia.

Il manager, inoltre, chiede di fare al più presto chiarezza su quali siano le reali spese fatte dai consumatori, per evitare di nascondere gli sprechi.

Bollette, i costi nascosti degli oneri di sistema.

Da tempo, le associazioni dei consumatori denunciano la dicitura più misteriosa presente nelle bollette, ossia la voce “oneri di sistema”.

Si tratta di una serie di spese che col consumo effettivo dell’energia avrebbero poco a che fare e sulle quali nessun governo è ancora intervenuto.

Per l’esattezza questi costi riguardano: lo smantellamento dei siti nucleari, le agevolazioni alle Ferrovie, l’efficienza energetica, i finanziamenti alla ricerca, il bonus famiglie, gli incentivi alle rinnovabili, quest’ultima la spesa più grossa.

Inoltre, è presente un’altra zavorra sulle bollette: il canone Rai. In più circola l’ipotesi che in futuro possano essere introdotte le spese dei rifiuti solidi e urbani.

Alla luce di quanto appreso noi italiani dovremmo prendere atto di tutto ciò che accade nel nostro stato e comprendere quanto sia ingiusto dover pagare una quantità di tasse superiore alla media europea nonostante i salari non sono alti e molto tassati.

Prendere atto è consapevolezza.

CONDIVIDI SE TI E' PIACIUTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright©