Tumore: arriva il caschetto anti caduta dei capelli per chi fa la chemio

L’esperimento al San Bassiano. E a fine mese nuova sfilata di moda con le pazienti

BASSANO All’ospedale San Bassiano di Bassano sono arrivati i caschetti che riducono la caduta dei capelli nelle donne che affrontano la chemioterapia. Da un paio di mesi sono utilizzati da una decina di pazienti che si sottopongono a trattamenti antitumorali, in particolare quelli alla mammella. «La scienza ha rilevato che i caschetti possono ridurre fino al 60 per cento la perdita dei capelli», spiega Franco Bassan, direttore dell’oncologia aziendale dell’Usl 7 Pedemontana, che con questa fornitura tecnologica si pone all’avanguardia nella gestione della terapia oncologica.

Gli sponsor

A rendere possibile la dotazione, la mobilitazione e la generosità del territorio. E’ stata infatti l’associazione oncologica San Bassiano, fatta da volontari, a provvedere all’acquisto dei caschi e del freezer che serve alla loro refrigerazione. Al risultato hanno contribuito gli alpini del gruppo di Campese della sezione Ana Monte Grappa, che hanno raccolto i fondi necessari alla copertura del progetto organizzando una marcia non competitiva nella scorsa Pasquetta alla quale hanno partecipato circa cinquemila persone.

La sfilata a Marostica

“Tanto di capello”, questo il titolo dell’iniziativa, s’inserisce nel ventaglio di attività proposte dall’associazione di volontariato. Tra queste anche la sfilata di moda che, venerdì 29 giugno, nella piazza degli Scacchi di Marostica, porterà in passerella le donne malate di cancro assieme ad altre della società civile.

Articolo tramite: corrieredelveneto.corriere.it

CONDIVIDI SE TI E' PIACIUTO

Autore dell'articolo: Claudio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*