DIETA PER IL REFLUSSO GASTRICO: I CIBI DA MANGIARE E QUELLI DA EVITARE

Chi soffre di reflusso gastrico sa bene quanto sia spiacevole avvertire quella sensazione di bruciore nell’area addominale. Spesso, infatti, chi soffre di questo disturbo avverte una sensazione molto spiacevole durante l’arco della notte ma anche durante la giornata.

Per questo motivo sarà di fondamentale importanza riuscire a seguire un’alimentazione che possa in qualche modo mitigare i sintomi e di conseguenza fare in modo che il reflusso diminuisca.

Esistono, infatti, alcuni cibi che possono aiutarci a prevenire il reflusso gastrico e ridurne i fastidi. L’aceto di mele è uno di questi alimenti. Questo particolare aceto, infatti, regola gli acidi dello stomaco.

Dieta per il reflusso gastrico: i cibi da mangiare e quelli da evitare

Di conseguenza, quindi, consumarne un cucchiaio in un bicchiere d’acqua, mescolare e bere la sostanza così ottenuta cinque minuti prima di consumare i pasti potrà aiutarci a prevenire il reflusso gastrico e di conseguenza a mitigare quella spiacevole sensazione che spesso avvertiamo durante la digestione e che sovente rende tutto più difficile.

Le verdure a foglia verde sono facilmente digeribili e di conseguenza possono aiutarci a prevenire il reflusso gastrico, migliorando quindi la digestione e non appesantendo questo naturale processo del nostro corpo.

Dieta per il reflusso gastrico: i cibi da mangiare e quelli da evitare

Le verdure a foglia larga sono tante, si possono trovare in ogni stagione dell’anno e potranno essere utilizzate per la preparazione di tantissimi piatti comunque gustosi e particolari ma con la certezza di mitigare questo particolare disturbo che affligge tantissime persone.

Il kefir è una sostanza che viene sempre più utilizzata ultimamente. Questa sostanza agisce sui sintomi del reflusso gastrico, aiuta la digestione e di conseguenza ci aiuta moltissimo durante l’arco della giornata.

Per un effetto migliore bisognerebbe assumere il kefir con sostanze fermentate per almeno 24 ore. In questo modo, infatti, avremo una sostanza particolarmente benefica per il nostro organismo.

 

Le mandorle sono una tipologia di frutta secca particolarmente benefica. Le mandorle, infatti, ci aiutano moltissimo nella digestione, prevenendo la formazione di sostanze particolarmente acide che possono dar vita al reflusso.

Consumare una piccola quantità di mandorle durante l’arco della giornata, quindi, potrà essere particolarmente benefico per il nostro organismo. Ovviamente, non bisognerà eccedere nelle quantità per non avere l’effetto opposto.

L’acqua di cocco contiene una buona quantità di potassio e di elettroliti che ci aiuterà ad idratare il nostro corpo. Andrebbe consumata durante l’arco della giornata e soprattutto bisognerebbe berne un bicchiere prima di andare a letto.

Dieta per il reflusso gastrico: i cibi da mangiare e quelli da evitare

Questo piccolo accorgimento ci consentirà di poter favorire la digestione, mitigare i sintomi del reflusso gastrico e addirittura prevenirlo perché favorisce la nostra naturale digestione.

Altro ingrediente particolarmente utilizzato in questo ultimo periodo è lo zenzero. Anche questa sostanza riesce a darci sollievo dai sintomi del reflusso gastrico se assunto in piccole dosi.

Andrebbe, infatti, consumato almeno un paio di volte durante il giorno in piccolissime quantità. Anche soltanto una piccola manciata di zenzero, infatti, aiuta la digestione e ci consente di conseguenza di prevenire la formazione del reflusso gastrico così tanto fastidioso.

Dieta per il reflusso gastrico: i cibi da mangiare e quelli da evitare

Le verdure sono particolarmente benefiche per il nostro organismo. Se vengono fermentate possono aiutarci a prevenire il reflusso gastrico e quella sensazione di acidità che spesso avvertiamo durante la digestione. Si tratta, infatti, di un piccolo accorgimento nella nostra alimentazione che come quelli precedenti può darci un’enorme sollievo ad aiutarci a prevenire i sintomi del reflusso gastrico oppure a mitigarli.

Fra i cibi da eliminare vi sono invece: le pietanze troppo elaborate, la menta, gli zuccheri ed i dolciumi, pomodoro e cipolle, la caffeina, il cioccolato e l’alcool.

Articolo tramite: donna.fidelityhouse.eu

CONDIVIDI SE TI E' PIACIUTO

Autore dell'articolo: Claudio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*